R. Cecchetti, R. Andreini, C. Guidi, R. Damone, M. Maccari, L. Nardi, R. Galli, G. Grazi, G. Tartarini

Azienda USL5 Pisa

Il  Day Service  è una nuova organizzazione messa a disposizione dall’Azienda USL 5 di Pisa per dare risposta appropriata e rapida a quesiti diagnostici complessi al fine di evitare la pratica inappropriata del ricovero con finalità esclusivamente diagnostiche.

Prima della attivazione del Day Service per dare risposta ai quesiti sopra riportati, si poteva ricorrere o alla esecuzione di numerose prestazioni specialistiche ambulatoriali, prenotate singolarmente, oppure, per avere risposte più rapide, ad un ricovero che risultava svantaggioso sia per il cittadino che per l’Azienda. Con il Day Service sono stati, invece, elaborati dei cosiddetti “Percorsi Ambulatoriali Complessi e Coordinati (Pacc)” che permettono, in casi selezionati, di eseguire rapidamente tutte le prestazioni diagnostiche di cui un utente ha bisogno. Tale  modalità di risposta sanitaria è stata ideata per patologie croniche o per situazioni cliniche che richiedano accertamenti diagnostici multi-disciplinari.

Nel DAY SERVICE di AREA MEDICA della Azienda USL 5 di PISA, attualmente sono disponibili  ben 15 Percorsi  (PACC)  per le seguenti patologie:

– Reumatologiche

(1. percorso “PACC” per le malattie reumatiche infiammatorie croniche autoimmuni “M.A.R.I.C.A”, quali: artrite reumatoide, artrite psoriasica, spondiloentesoartriti sieronegative, connettiviti e vasuliti

2. percorso “PACC” per le  malattie reumatiche osteometaboliche: M. di Paget, osteoporosi secondarie)

– Neurologiche

(1. percorso “PACC” per le malattie neurodegenerative: demenze degenerative e parkinsonismi

2. percorso “PACC” per le  encefalopatie vascolari ischemiche croniche

3. percorso “PACC” per le malattie muscolari e della placca NM

4. “PACC” per le patologie critiche: Epilessia – Cefalea

– Gastroenterologiche

1. percorso “PACC”  per le malattie da malassorbimento

2. percorso “PACC” per le epatopatie

– Respiratorie

(1. percorso “PACC”  per la tosse cronica

2. percorso “PACC” per le interstiziopatie polmonari

3. percorso “PACC” per la BPCO di recente diagnosi)

– Complicanze del diabete: è attivo un  PACC  per la prevenzione e riduzione del rischio cardiovascolare nei pazienti diabetici

– Malattie renali: è attivo un PACC per la sindrome nefrosica

– Percorso “PACC” per l’Ipertensione Polmonare Post-Embolica

– Percorso “PACC” per le Anemie di Interesse Gastroenterologico

Modalità di attivazione del  Day Service.  Attualmente l’attività di DAY SERVICE viene effettuata 2 volte alla settimana: il Lunedì e il Venerdì. La nuova offerta può essere attivata dal medico di famiglia, dal pediatra, da uno specialista, o da un medico del Pronto Soccorso, attraverso la prescrizione sul ricettario regionale di una visita specialistica e del relativo quesito diagnostico. Sarà poi lo specialista a decidere se utilizzare il Day Service, oppure indirizzare il paziente verso il percorso ambulatoriale classico con l’esecuzione di singoli esami prenotati al CUP. Nel caso in cui lo specialistica ritenga necessario attivare il Day Service, prenoterà “on-line” l’accesso al DAY SERVICE. Il DAY SERVICE, è collocato all’interno della U.O. Medicina I, piano primo. Il personale infermieristico si occuperà della pianificazione dell’intero percorso diagnostico, prenotando tutti gli esami richiesti dallo specialista che ha attivato il PACC, aggiornando la cartella ambulatoriale di Day Service e raccogliendo tutti i referti degli esami eseguiti. La chiusura dell’iter avverrà con una nuova visita dello specialista referente del percorso, che formulerà diagnosi e terapia suggerita e che redigerà una relazione clinica conclusiva per il medico che aveva avviato l’intera procedura. Le prestazioni erogate nel percorso di Day Service sono sottoposte al pagamento del ticket sanitario nelle modalità della normale attività ambulatoriale e con le tradizionali esenzioni legate a età, reddito o patologia.

Risultati: nel 2014, in circa 8 mesi e mezzo   (metà Gennaio – metà Giugno e inizio Settembre – metà Dicembre)  sono stati  attivati 241 PACC con le patologie sotto elencate.

La stragrande maggioranza dei pazienti  afferenti al DAY SERVICE presentavano patologie reumatologiche.

Al Primo Gruppo (112 pazienti), appartenevano i pazienti con malattie reumatiche infiammatorie croniche autoimmuni “M.A.R.I.C.A”, di cui: 47 pazienti risultavano essere affetti da Artrite Rumatoide,  39 pazienti risultavano affetti da connettiviti o da vasculiti e infine 26 da Spondiloartriti Sieronegative.

Il Secondo Gruppo (106 pazienti) era cosituito da  pazienti con osteoporosi complicata da fratture da fragiltà e da pazientii con malattia di Paget. Il gruppo maggiore era quello costituito dalle fratture vertebrali da osteoporosi.

Altre patologie: i restanti pazienti seguiti in Day Service (23), erano così rappresentati: 20 pazienti erano affetti da patologie neurologiche, 2 pazienti erano gastroenterologici ed infine 1 paziente presentava tosse cronica

Confronto risultati attività di DAY SERVICE dell’anno 2014 rispetto all’anno 2013: nel 2013, nello stesso arco temporale, erano stati attivati 153 PACC e pertanto nel 2014 sono stati attivati 88 PACC in più rispetto all’anno precedente. Pertanto l‘incremento della attività di DAY SERVICE DIAGNOSTICO è risultata pari ad oltre il 57 % rispetto a quella dell’anno precedente. 

Prospettive future immediate: la nuova modalità di accesso alla specialistica ambulatoriale è stata inoltre recentemente  approvata e deliberata per i: “pazienti con insufficienza renale cronica suscettibili di essere inseriti in lista d’attesa per trapianto di rene (PACC TRAPIANTO DI RENE)”.

Prospettive future: nell’ambito delle patologie croniche, che richiedono ripetuti accessi al Pronto Soccorso con conseguenti ricoveri ospedalieri, è di particolare importanza lo scompenso cardiaco,  per il quale è in corso di elaborazione un ”Percorso Ambulatoriale Complesso e Coordinato (PACC Cardiologico)”

Implementazione del DAY SERVICE: l’incremento della attività di DAY Service del 2014 rispetto all’anno precedente, a nostro avviso, è stato ottenuto con lo strumento della formazione. Nel corso dell’anno abbiamo effettuato dei corsi di aggiornamento pratici a piccoli gruppi, che hanno coinvolto i diversi specialisti dell’area medica. Per l’anno 2015 abbiamo programmato di  implementare l’attività formativa di cui sopra estendendola ai medici del Pronto Soccorso. Riteniamo infatti che la conoscenza dei “Percorsi Ambulatoriali Complessi e Coordinati (Pacc)”, possa portare ad una riduzione del numero di ricoveri in casi selezionati, permettendo al tempo stesso all’utente  di eseguire rapidamente, con lo strumento del DAY SERVICE, tutte le prestazioni diagnostiche di cui ha bisogno.

Conclusioni: con l’introduzione del Day Service è  stata arricchita  l’offerta sanitaria e si sono realizzati  diversi vantaggi:

– per il cittadino che riesce ad eseguire un pacchetto completo di esami, riducendo al minimo gli accessi alle strutture sanitarie e vede dare una risposta veloce e completa ai suoi bisogni, evitando i disagi legati ad un eventuale ricovero;

– per l’Azienda USL, che riduce i ricoveri inappropriati e pertanto i tassi di ospedalizzazione, nonché le eventuali duplicazioni di prestazioni che possono verificarsi nei percorsi ambulatoriali ordinari;

– per il medico di famiglia e per lo specialista (mediante  la cogestione dell’utente nell’ambito di un percorso ospedale-territorio) che in tempi ridotti avranno le risposte ai quesiti clinici complessi grazie alla possibilità di sfruttare tutte le potenzialità diagnostiche messe a disposizione dall’Azienda.