C. Frittelli, G. Gambaccini, M.R. Maluccio, C. Rossi, R. Galli

Dip. Spec. Mediche, Area Omogenea Pat. Cerebro e Cardio Vascolari,

UOC Neurorofisiopatologia, PO, Pontedera, ASL  Nord Ovest

Alla luce della riorganizzazione delle Aziende USL della Regione Toscana, uno degli obiettivi principali della linea professionale neurologica della ASL Toscana Nord Ovest (ASL TNO) è stato quello di centralizzare i casi complessi di patologia neurologica, al fine di ottimizzare il percorso diagnostico, strumentale e terapeutico di un  paziente.

In particolare, le patologie neurologiche complesse per le quali sono stati individuati “centri di riferimento” aziendali includono la sclerosi multipla (dove i Centri di Riferimento sono stati individuati nelle UUOO di Neurologia di Livorno e Lucca), la patologia cerebrovascolare (UO Neurologia di Carrara), le patologie extrapiramidali (UO Neurologia di Viareggio) e l’epilessia.

Data l’attenzione e la storica competenza del gruppo medico e tecnico nell’ambito della patologia epilettica e le buone possibilità tecniche di registrazione, per i casi complessi di epilessia il centro di riferimento aziendale per discutere ed ottimizzare il percorso diagnostico del paziente complesso è stato individuato nella UOC Neurofisiopatologia del P.O. Lotti di Pontedera.

Di fatto l’epilessia rappresenta una patologia di significativo impatto statistico-economico per la quale esistono possibilità diagnostiche e terapeutiche che includono, oltre a farmaci sempre più costosi, anche opzioni chirurgiche che almeno in teoria potrebbero risolvere, eliminando il focus epilettogeno, definitivamente la patologia.

Ovviamente il percorso diagnostico- strumentale e terapeutico del paziente con epilessia consiste in più fasi, alcune delle quali possono essere praticate in pressoché tutte le neurologie aziendali, mentre altre richiedono requisiti specifici che non in tutte le sedi sono presenti; schematicamente possiamo individuare una fase I (Clinica), che comprende l’inquadramento clinico, l’ipotesi di lavoro e l’impostazione diagnostica, possibile in tute le UUOO di Neurologia e di Neurofisiopatologia della ASL TNO.

La fase II (Diagnostica strumentale) si distingue in:  – Diagnostica Neurofisiologica, comprendente EEG standard e con deprivazione di sonno (possibili presso tutte le UUOO della ASL Toscana Nordovest) e EEG dinamico nelle 24 ore/video EEG diurna (possibile nelle UOC di Neurofisiopatologia di Pontedera e nella UO di Neurologia di Livorno);

– Diagnostica Neuropsicologica (anche localizzatoria di aree eloquenti) possibile, senza test localizzatori, presso le UOC di Neurofisiopatologia di Pontedera e nella UO di Neurologia di Livorno;

– Diagnostica per Immagini,  in particolare RMN di almeno 1.5 Tsl (eseguibile in tutti i PPOO della ASL TNO).

Presso l’Ambulatorio Epilessia della UOC Neurofisiopatologia del P.O. Lotti di Pontedera, gestito dalla Dr.ssa Cristina Frittelli, sono seguiti attualmente circa 250 pazienti. Il Centro, che presenta tutti i requisiti necessari per una corretta impostazione diagnostica e terapeutica (valutazione neurologica ambulatoriale di neurologia generale e ambulatorio epilessia dedicato, possibilità di EEG basale, EEG dinamico nelle 24 ore, EEG dopo deprivazione di sonno notturno, video EEG diurna, RM encefalo), usufruisce anche della collaborazione dei colleghi psichiatri, neuropsicologi etc e collabora poi con il Centro di Riferimento Regionale dell’AOUP per il trattamento di forme farmacoresistenti candidabili ad uno studio prechirurgico o all’impianto di stimolatore vagale.

L’UOC di Neurofisiopatologia di Pontedera risulta pertanto come centro di “secondo parere” per l’ASL Toscana Nord Ovest relativamente ai casi complessi di epilessia.

Ovviamente nei casi complessi che richiedano una valutazione prechirurgica più ampia (includente video EEG nelle 24 ore, RMN ad alto campo, SPECT post critica, PET intercritica, registrazione stereo EEG) e poi un eventuale approccio chirurgico o l’impianto di stimolatore vagale o di DBS il percorso si concluderà in AOUP o nelle altre aree vaste regionali (AOUS o AOUF).