Autore: editor

Cefalee emicraniche:
nuovi farmaci e strategie

U. Bonuccelli, F. Baldacci, S. Gori Centro Cefalee-UO Neurologia, AOUP   L’emicrania è una patologia neurologica cronica e ricorrente caratterizzata da crisi di cefalea, da moderate a gravi, spesso in associazione con una serie di sintomi associati di natura vegetativa. In genere il mal di testa è monolaterale (colpisce metà del capo) e pulsante, con una durata che può variare da 2 a 72 ore; i sintomi associati possono includere nausea, vomito, fotofobia (ipersensibilità alla luce), fonofobia (ipersensibilità al suono) e il dolore generalmente si aggrava o è scatenato dall’attività fisica. Fino a un terzo delle persone con emicrania sperimentano l’aura:...

Read More

Parkinson: passato e futuro.
Vecchie certezze, nuovi orizzonti

R. Ceravolo, D. Frosini, V. Nicoletti, M. Giuntini, U. Bonuccelli U.O. Neurologia AOUP   La Malattia di Parkinson è una patologia neurodegenerativa, ad evoluzione lenta e progressiva, che coinvolge principalmente alcune funzioni quali il controllo dei movimenti e dell’equilibrio. Fu James Parkinson, un farmacista chirurgo londinese, che nel 1817  per primo descrisse gran parte dei sintomi della malattia nel famoso “Trattato sulla paralisi agitante”. La malattia si riscontra nel 3 per mille della popolazione generale e circa nell’1% di quella sopra i 65 anni. In Italia i malati di Parkinson sono circa 300.000, con età d’esordio compresa fra i 59...

Read More

Notizie dall’Ordine
(da Odontoiatria 33 del 07 Maggio 2018)

N. Maccagno PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE GRATUITE E LA LORO GESTIONE CONTABILE E FISCALE. I CONSIGLI DELL’ESPERTO PER EVITARE QUESTIONI CON IL FISCO E CAPIRE SE LE PRIME VISITE GRATUITE “CONVENGONO” La sentenza della Corte di Cassazione che ha confermato che un elevato numero di prestazioni gratuite, in rapporto a quelle a pagamento, “sono elementi idonei a far ritenere inattendibile la contabilità e, conseguentemente, a consentire di procedere con l’accertamento induttivo”. Per capire quali sono le conseguenze per lo studio odontoiatrico abbiamo posto alcune domande a Massimo Depedri (nella foto) consulente economico-finanziario e fiscale di aula41. Come possono difendersi i dentisti da eventuali accertamenti nel caso di controlli da parte dell’Amministrazione Finanziaria? Possiamo identificare due tipologie di prestazioni odontoiatriche gratuite: prestazioni effettuate a favore di parenti e amici del titolare/soci dello Studio; prestazioni effettuate a pazienti diversi dai precedenti, con finalità commerciali/marketing; il tipico esempio è rappresentato dalle prime visite effettuate a nuovi potenziali clienti.In entrambi i casi l’Amministrazione Finanziaria farà sempre riferimento al concetto di “antieconomicità” della prestazione professionale gratuita. Questo significa che se una prestazione professionale comporta il sostenimento di costi rilevanti (in termini di tempo dedicato e di materiali utilizzati) è molto difficile per il professionista sostenere che sia stata effettuata a titolo gratuito. Se nel caso di parenti e amicitale concetto è poco rilevante, non lo è per clienti che non hanno un legame affettivo con l’odontoiatra....

Read More

Notizie dall’Ordine
(da Odontoiatria 33 del 09 Ottobre 2018)

N. Maccagno ECM, ECCO COME TRASFERIRE I CREDITI AL TRIENNIO PRECEDENTE. LA PROCEDURA “WEB” PER METTERSI IN REGOLA CON IL DEBITO FORMATIVO PREGRESSO Tra le novità in tema di crediti ECM anticipate ieri ad Odontoiatria33 dal componente della Commissione Nazionale ECM Stefano Almini , la possibilità fino alla fine 2019 di consentire ai professionisti sanitari di completare il conseguimento dei crediti formativi relativi al triennio 2014-2016, trasferendo i crediti acquisiti in questo triennio al triennio precedente. “Attenzione –chiarisce Almini- i crediti acquisiti in questo triennio che vengono trasferiti nel triennio 2014- 2016, non potranno più essere computati ai fini del soddisfacimento dell’obbligo formativo relativo al triennio 2017-2019”. “Questa recente decisione della Commissione ECM –continua il Coordinatore del Gruppo Libera professione- rappresenta una opportunità preziosa per il totale recupero di crediti mancanti sul triennio precedente senza più il limite di trasferimento”. In precedenza vi era il limite del 50% del proprio obbligo formativo. “Oggi –continua Almini- il sistema ECM offre una opportunità: ogni professionista sanitario potrà liberamente decidere cosa sia preferibile. Senza dubbio, l’ottimale sarebbe riuscire a completare il triennio precedente, senza perdere di vista il triennio in corso. L’auto formazione potrà in questo senso aiutare ogni professionista per il triennio in corso”. I professionisti che intendano avvalersi di questa possibilità (recupero) devono farlo attraverso il sito Co.Ge.A.P.S.. Ecco come farlo. Inserendo login e password si accede alla propria area...

Read More